Offerte del mese di marzo

A partire dal primo del mese vi aspettiamo nella nostra Farmacia per scoprire le eccezionali offerte su una vastissima gamma di prodotti. Nell’immagine potrete visualizzare una selezione dei principali articoli scontati:

offerte mese di marzo

Giornata Mondiale della Vista 2016

Il 13 ottobre si celebrerà la Giornata Mondiale della Vista organizzata dall’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità-IAPB Italia Onlus e l’OMS. Quest’anno l’Italia ha deciso di dedicare la giornata alla prevenzione della retinopatia diabetica una condizione patologica profondamente debilitante che colpisce circa 147 milioni di persone su 422 milioni di diabetici.

Il diabete è una malattia proGiornata mondiale vista 2016vocata dalla mancata capacità dell’organismo di sfruttare gli zuccheri in maniera corretta, per cui si ritrovano alte concentrazioni di glucosio nel sangue, condizione conosciuta come iperglicemia. Tale situazione in tempi rapidi porta ad un danneggiamento dei vasi sanguigni di tutto l’organismo e in particolar modo quelli di minor diametro, compresi i capillari della retina. Le complicanze oculari del diabete, dette appunto retinopatia diabetica, possono portare alla perdita parziale o anche totale della vista.

Sul sito http://www.iapb.it/gmv2016/ potrete scoprire le iniziative promosse per una corretta prevenzione che può essere di grande aiuto per salvare la vista e migliorare la qualità della vita del paziente.

Presso la nostra Farmacia ricordiamo che è possibile controllare, in maniera rapida ed accurata, i valori glicemici. Vi aspettiamo in Via Piave 24 ad Albenga, quartiere Vadino.

Eritema Solare, conoscerlo e proteggersi 

La pelle è l’eccezionale confine tra l’organismo e l’ambiente esterno. Pur rappresentando una poderosa barriera alle sollecitazioni chimico-fisiche e alle radiazioni solari, non è esente da incorrere in problematiche più o meno gravi che, in maniera particolare nella stagione estiva, possono manifestarsi con violenza a causa della maggior esposizione ai raggi UV.

Tra le linee guida che il ministero della Salute ha predisposto per sensibilizzare la popolazione ne indichiamo e citiamo testualmente alcune che riteniamo possano essere utili:

– per promuovere la sintesi della vitamina D, benefica per ossa, muscoli e sistema immunitario basta esporsi al solo per pochi minuti al giorno. E’ vero che una pelle abbronzata può apparire più sana, ma bisogna sapere che l’abbronzatura è un meccanismo di difesa della pelle per difenderci dai danni dei raggi ultravioletti (UV). Tale meccanismo di difesa attiva i melanociti, cellule specializzate nella produzione di un pigmento, la melanina, che rende la pelle più resistente ai danni immediati, le scottature solari, e ritardati nel tempo come il precoce foto-invecchiamento e la cancerogenesi
– le creme con filtro solare devono essere considerate un aiuto per una abbronzatura corretta e non un lasciapassare per esposizioni troppo prolungate.
il fattore di protezione (SPF) deve essere inversamente proporzionale al proprio fototipo: tanto più la pelle è chiara e quindi sensibile ai raggi solari tanto maggiore deve essere l’SPF. E’ importante usare le creme con filtri solari per integrare, ma non per sostituire, i metodi fisici di protezione dalle radiazioni UV (indumenti, cappello, occhiali, ombra) soprattutto nelle ore centrali e più calde della giornata.
Gli autoabbronzanti hanno solo un effetto cosmetico e non “preparano” la pelle al sole.
– Le lampade solari UVA sono da considerare un ulteriore rischio per l’insorgenza dei tumori della pelle e sicuramente accelerano l’invecchiamento cutaneo provocando un aumento delle rughe e delle macchie, anch’esse non hanno alcun effetto protettivo rispetto ai raggi solari.
– l’uso delle lampade solari è vivamente sconsigliato ai minori di diciotto anni, alle donne in stato di gravidanza, a coloro che soffrono o hanno sofferto di tumori della pelle.

Dobbiamo ricordare inoltre che tra le più importanti forme di prevenzione, se non la prima, vi è la corretta alimentazione caratterizzata dall’assunzione di cibi ricchi di sostanze antiossidanti quali vitamina C, vitamina E, zinco, selenio e beta-carotene sempre accompagnati da una adeguata e continua assunzione di liquidi.

Per contrastare sgradevoli peggioramenti degli eritemi solari e facilitarne la risoluzione rappresenta sempre più un validissimo sostegno l’omeopatia. Solo per citare alcuni tra i rimedi clinicamente più utili: Belladonna (sensazione è di forte calore locale con arrossamento generalizzato e dolore); Chantaris (ustioni con vescicole e forte bruciore); Apis (quando prevale l’edema rosato orticarioide). Vanno comunque sempre considerati i sintomi individuali, quelli concomitanti e le modalità con cui migliora o peggiora la sintomatologia, la cura perciò va sempre individualizzata, per far questo è consigliabile rivolgersi al medico omeopata o al farmacista specializzato in omeopatia.

L’ipertensione arteriosa

Il 17 maggio avrà luogo la XII Giornata Mondiale contro l’Ipertensione, una campagna a favore della popolazione per tenere sotto controllo la pressione arteriosa e per prevenire le malattie cardiovascolari. La Farmacia Vadino aderirà a questa giornata e i nostri farmacisti saranno a disposizione per effettuare misurazioni gratuite della pressione arteriosa.

wp_ss_20160425_0001

Nell’ottica di questo spirito di sensibilizzazione trasmettiamo qualche informazione tratta dal sito del Ministero della Salute:

“La pressione arteriosa è la forza esercitata dal sangue contro la parete delle arterie. A ogni battito del cuore, il sangue esce dal ventricolo sinistro attraverso la valvola aortica, passa nell’aorta, e si diffonde a tutte le arterie.  Quando il cuore si contrae e il sangue passa nelle arterie, si registra la pressione arteriosa più alta, detta ‘sistolica’ o ‘massima’; tra un battito e l’altro  il cuore si riempie di sangue e all’interno delle arterie si registra la pressione arteriosa più bassa, detta ‘diastolica’ o ‘minima’. La misurazione della pressione si registra a livello periferico, usualmente al braccio  e  viene  indicata da due numeri che indicano la pressione arteriosa sistolica e la diastolica, misurate in millimetri di mercurio (es. 120/80 mmHg).

Quando i valori di sistolica e/o di diastolica superano i 140 (per la massima) o i 90 (per la minima), si parla di ipertensione.

A soffrire di ipertensione si stima che siano circa 15 milioni di italiani, ma circa la metà di questi ne è consapevole. Controllare regolarmente la pressione arteriosa e mantenerla a livelli raccomandati attraverso  l’adozione di  uno stile di vita sano  e assumendo specifiche  terapie laddove necessario, è fondamentale, poiché questa condizione rappresenta il fattore di rischio più importante per l’ictus, quindi per  le malattie legate all’invecchiamento (disturbi della memoria, disabilità), nonché per l’infarto del miocardio, gli aneurismi, le arteriopatie periferiche, l’insufficienza renale cronica, la retinopatia..

Secondo la classificazione del JNC 7 (Joint National Committee on Prevention, Detection, Evaluation and Treatment of High Blood Pressure) si considera ‘normale’ una pressione sistolica inferiore a 120 mmHg e una pressione diastolica inferiore a 80 mmHg. Al di sopra dei 140 mmHg di massima o dei 90 mmHg di minima si è ipertesi. Si parla di ipertensione ‘sistolica isolata’ quando è solo la massima ad essere alta (cioè 140 mmHg).

Classificazione dell’ipertensione arteriosa secondo il JNC 7

Pressione sistolica (in mmHg) Pressione diastolica (in mmHg)
Normale 90-119 60-79
Pre-ipertensione 120-139 80-89
Ipertensione stadio 1 140-159 90-99
Ipertensione stadio 2 ≥ 160 ≥ 100
Ipertensione sistolica isolata ≥ 140 ≤ 90